Consiglio Comunale dei Ragazzi

Geolocalizzato: 
Punto simbolico
Tipo: 
Punto attore
Punto dei diritti
Scelto da: 
Adulti
Mappa: 
Mappa di comunità educante di Spilimbergo
Descrizione: 
Il CCR è un percorso educativo che dà ai ragazzi la possibilità di confrontarsi tra pari e con il mondo adulto della comunità a cui appartengono. Rappresenta una prima esperienza di cittadinanza attiva, che si sviluppa attraverso la conoscenza del meccanismo amministrativo e dei propri diritti e doveri di cittadini, l’espressione delle proprie idee, il dialogo con la scuola, l’amministrazione comunale e le associazioni del proprio territorio, la realizzazione dei progetti proposti. Il CCR è un organismo elettivo analogo a quello degli adulti, le elezioni si svolgono ogni due anni e vengono eletti dieci rappresentanti per la scuola primaria (classi quarte e quinte) e dieci per la secondaria di I grado (classi prime e seconde), che hanno il compito di avanzare proposte e realizzare progetti. Il Comune di Spilimbergo ha avviato il progetto nel 2014 in collaborazione con l’Istituto Comprensivo; l’equipe di lavoro è composta dagli educatori del Progetto Giovani, in rappresentanza del Comune, a cui è affidata la fase di facilitazione con i ragazzi e dagli insegnanti referenti per la scuola primaria per la secondaria di I grado.
Spiegazione Punto Attore: 
Il CCR trova fondamento nell’art.12 della Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (Nazioni Unite, 20 Novembre 1989) che riconosce ai minori il diritto di esprimere liberamente la propria opinione in merito a questioni che li riguardano direttamente e attribuisce al contempo all'adulto il dovere di ascoltare tali opinioni e tenerle in debita considerazione. I rappresentanti del CCR progettano e realizzano azioni concrete che coinvolgono i giovani del territorio e la comunità in generale (il giornalino d'istituto "Voci di corridoio", il progetto di volontariato "Operazione Casa di Riposo", la festa di fine anno scolastico "CCR Summer Party"), e partecipano alle iniziative promosse dal Comune (giornata ecologica, celebrazioni per il 25 aprile, consegna delle costituzioni in occasione della Festa della Repubblica, "Sport in città") o da altre istituzioni (Assemblea regionale dei CCR, celebrazioni per i 30 anni della CRC).
Spiegazione Punto dei diritti: 
INCLUSIONE E PARI OPPORTUNITÀ: tutti gli studenti delle classi coinvolte possono candidarsi al CCR, senza alcuna distinzione. Il CCR ricalca perfettamente il mosaico che compone la comunità, con 13 nazionalità diverse rappresentate dall'inizio del progetto. SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: molte attività del CCR insistono su questo tema (giornate ecologiche, festa “SpilimberGo Green”, realizzazione di un decalogo ecologico e un video sul risparmio energetico). ASCOLTO E PARTECIPAZIONE: l'articolo 12 della CRC è il fondamento del CCR, i ragazzi sono liberi di esprimersi e il compito degli adulti è quello di dare supporto per concretizzare le idee proposte. RETE EDUCATIVA TERRITORIALE: il CCR è un progetto condiviso tra scuola e comune; i consiglieri chiedono la collaborazione di famiglie ed associazioni del territorio per l'organizzazione delle attività. PROMOZIONE DEI DIRITTI: partecipazione all'Assemblea Regionale dei CCR e ad altri eventi legati alla CRC, anche promossi da Unicef.